fava

L’orto di dicembre, semina e giardino

La luna Calante o luna Vecchia buona per seminare è dal 1 al 3 dal 25 Novembre al 13 Dicembre

Nell’orto semine in letti caldi o sotto vetro: Ravanelli, Melanzane. Semine in piena terra: Piselli, Fave. Piantagioni a trapianti: Bulbilli di cipolla, Aglio, Carciofi, Asparagi.

Ci si prepara per quanto è possibile a difendersi dal rigori dell’inverno. Sì avvolgono le ceste dei Cardoni con grossa carta, si sdraiano e si ricoprono con terra, per averli bianchi e teneri quando occorreranno per il consumo.

Si legano e si rincalzano con terra i Sedani, fino a ricoprirne tutte le costole.

Si avrà cura di mettere ad imbiancare le Cicorie a radiche di Bruxelles per formare i grumoli (Witloof) ed a caratterizzare ed intenerire quelle rosse e variegate, per averle pronte al consumo per i giorni di Natale; si continuano queste operazioni ad intervalli di 10 giorni circa per assicurarsi un approvvigionamento continuo anche in caso di pioggia o neve.

Si coprono con paglia le prode delle Carote e si cominciano ad effettuare i primi trattamenti invernali ai fruttiferi ed in particolare ai peschi.

Si trapiantano frutti ed arbusti, siepi e bordure; si vangano i filari delle Viti spandendo il letame ed arando il terreno libero appena possibile onde sia pronto e sciolto per le prime semine e trapianti di primavera.

Ricordare che per le verdure da taglio è consigliabile la semina in luna crescente (luna nuova) per il maggior sviluppo vegetativo della stesse, fatta eccezione delle leguminose (fagioli, cornetti, piselli) che possono essere seminate in entrambe le lune.

Le altre varietà vanno seminato in luna Calante (luna vecchia).

La raccolta di dicembre si limita per lo più a carciofi, cardi imbiancati, cavoli, cavolfiori, carote, cime di rapa, indivia, lattughe da taglio, prezzemolo, rape, rucola, valeriana,  scarole, sedano e spinaci. Per la frutta avremo:arance, clementine, kiwi, mandarini ed uva da tavola. In pieno campo si trapiantano, invece, asparago, aglio, cipolla, porro e scalogno. Mentre in ambiente protetto si sistemano lattughe, radicchio, ravanello e rucola.

Con il freddo in arrivo curare il terreno e le piante con trattamenti fungicidi ed insetticidi, il più possibile naturali. È utile anche proteggere gli alberi da frutto dai roditori, con della plastica rigida alla base, e dal freddo, con teli-non-teli. La protezione dal freddo è necessaria soprattutto per l’albero di limone e per tutte le piante (come il kiwi, il nespolo o il melograno) molto sensibili a cali di temperature.

Posted in orto, Territorio.

Lascia un commento