Agugliano Terra dei Castelli

Agugliano è un pittoresco borgo nella Terra dei Castelli che dista solo 14 chilometri da Ancona, in età medievale era uno dei venti castelli storici del capoluogo dorico. Agugliano e la sua frazione Castel d’Emilio sono centri collinari di antichissime origini. I paesini furono nel medioevo due dei castelli di Ancona; ad Agugliano è ancora visibile il perimetro murario mentre a Castel d’Emilio si possono notare i resti dell’ingresso munito di porta carraia centrale, di postierla pedonale, merli, feritoie e parti delle mura in stile trecentesco.

Dopo una passeggiata nella storia, potete concedervi una pausa golosa a base di gelato. Agugliano è il paese del Gelato Artigianale, a giugno il Festival.

Molte leiniziative come “Agugliano a tutta birra” , una festa ricca di appuntamenti, stand gastronomici, musica e naturalmente birra! Altra manifestazione sentita dal paese è la Festa della Crescia: una manifestazione proposta dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso di Castel D’Emilio, è una festa medievale dedicata al valore sociale del forno comunale a legna dove tra musica e balli la specialità da gustare è la crescia.gelato_art_festival

Da vedere a Agugliano:

Il castello
La prima testimonianza del castrum Agulliani risale al 1356, quando è elencato nella Descriptio Marchiae del Cardinale Albornoz. Il castello ha subito rimaneggiamenti tali che le antiche emergenze sono state distrutte o modificate in maniera irreversibile. Ciononostante l’antico perimetro murario è tuttora individuabile grazie anche all’ausilio di una mappa ottocentesca che ci mostra un circuito ad andamento irregolarmente poligonale.
Chiesa del SS. Sacramento
Ogni anno vi si celebra la festa di S. Anastasio – Patrono di Agugliano.
All’interno, nel lato sinistro, è visibile una tela attribuibile al Peruzzini (XVII secolo); sul lato destro il monumento funebre del Card. Vico e un antico crocifisso. Nell’abside una tela con raffigurato in basso a destra S. Carlo Borromeo.

Chiesa di S. Maria a Nazareth
Un iscrizione marmorea, ricorda che la sua costruzione è avvenuta nel 1304, ciò fa supporre che l’attuale edificio non sia altro che la ristrutturazione dell’antica Ecclesia S. Mariae. Nell’abside un dipinto del XVII secolo dedicato alla Traslazione della Santa Casa. Nel 1926, con il contributo del cardinale Vico, fu ristrut-turata la canonica, demolito il campanile a vela e costruito l’attuale campanile.

Chiesa di S. Anna (Borgo Ruffini)
Piccola chiesa dei marchesi Ruffini edificata sul finire del XVI secolo. Vi si solennizzava S. Anna (26 lu-glio). Alla morte di Giovanni Ruffini (1824), la chiesa, per volontà testamentaria, divenne proprietà co-munale.

Castel d’Emilio
La prima notizia sul castello risale al 1239 quando un Milo di Attone de Castro Mili è condannato dal Comune di Jesi per occupazione abusiva delle terre comunali. Dell’originario impianto rimangono la cinta muraria e le tre torri rompitratta.
L’ingresso fortificato è munito di porta carraia centrale e di postierla pedonale alla sua destra. I merli (guelfi), sono provvisti di feritoie verticali.

Link utili:

www.laterradeicastelli.it/gelato-artigianale-festival
www.comune.agugliano.an.it/

www.gelatoartigianalefestival.it
centrostudiagugliano.jimdo.com
Eventi Agugliano
Dove mangiare a Agugliano
Dove dormire a Agugliano

Posted in Enogastronomia.