radicchio

Orto di Dicembre 2015

A dicembre il raccolto e la semina danno in genere meno lavoro: le piante richiedono però sempre un certo impegno perché vanno ovviamente protette in modo adeguato dal freddo. Inoltre, è bene tenere sotto controllo il diffondersi tra le piante di eventuali malattie, effettuando dei trattamenti fungicidi, insetticidi e anche lumachicidi (dopo le piogge le lumache fanno la loro comparsa). Utilizzate però degli insetticidi naturali.

Solitamente a dicembre ci si dedica anche alla cura del terreno. Si approfitta della relativa calma di questo mese per nutrire e curare la terra, predisponendola per le semine future. Lasciare il terreno incolto e abbandonato a se stesso sarebbe un errore, perché le vostre colture future potrebbero risentire di questa mancanza e quindi essere meno produttive.
Le vangature e le lavorazioni vanno sospese, in modo che la terra possa riposare: bisogna però occuparsi di concimare, perché il terreno va preparato al meglio per le semine della successiva stagione primaverile (consigliamo di privilegiare i concimi organici).
E per finire, se non l’avete ancora fatto, gli attrezzi usati nei mesi precedenti vanno riposti e, se necessario, aggiustati in modo che siano pronti quando vi serviranno nei mesi successivi.

Inoltre, per dare più ordine all’orto e per non rischiare di scivolare in caso di pioggia, mettete a posto le corsie in cui camminare fra un appezzamento e l’altro: a tale scopo potete utilizzare dei mattoni oppure delle semplici assi.

Possiamo raccogliere : bietole, broccoli, carciofi, cardi, cime di rapa, finocchi, carote, cicoria, scarola, indivia, lattughino da taglio, rucola, rape, spinaci, valeriana, sedano e rafano.

Fra gli ortaggi che danno il meglio di sé anche in presenza di basse temperature figura senza dubbio il cavolo, nelle sue tante varietà: cavolfiore, cavolo cappuccio, cavolino di Bruxelles, cavolo nero toscano (per raccogliere quest’ultimo è consigliabile aspettare che arrivi la prima gelata del mese).

I lavori nell’orto secondo il calendario lunare

Luna crescente: con la luna crescente si suggerisce di effettuare la semina dei ravanelli, che può essere eseguita direttamente in piena terra se il clima non è troppo rigido, altrimenti ci si dovrà attrezzare con un tunnel di protezione. I ravanelli possono essere seminati anche in vaso, da riporre nella zona più riparata del giardino, del balcone o del terrazzo.

La luna sarà crescente dall’12 al 24 dicembre 2015.

Luna calante: quando la luna è calante si suggerisce di seminare spinaci, valerianella, lattughino da taglio, radicchio da taglio, oltre che di eseguire i lavori necessari per preparare il terreno per ciò che verrà seminato in primavera, iniziando a pensare alla concimazione se non vi sono già state delle gelate. Il trapianto dei carciofi dovrebbe essere effettuato in luna calante. Con la luna calante si potano gli alberi, evitando le giornate di gelo per non rovinare le piante.

La luna sarà calante dall’1 al 10 dicembre 2015 e dal 26 al 31 dicembre 2015.

Luna piena: con la luna piena si raccolgono le erbe officinali e aromatiche che si vorrà procedere ad essiccare, con particolare riferimento a salvia e rosmarino, timo e origano, oltre che all’alloro. Ci si dedica inoltre alla concimazione degli alberi e alla potatura di meli e peri. I ravanelli possono essere seminati sia con la luna crescente che con la luna piena, periodo in cui si consiglia anche di seminare i piselli all’aria aperta.

Utilizziamo le utilissime e graziose  infografiche del calendariodellorto.com:

 

 

 

 

Posted in orto, Territorio and tagged , , , , , , , , .

Lascia un commento