orto

L’orto di Luglio: cura dei pomodori, semine, trapianti e raccolta

In questo mese le piante hanno bisogno di molta energia per portare a maturazione i frutti quindi hanno bisogno di essere sostenute con l’apporto di nutrienti ricchi in potassio concimi a base di microelementi come il potassio, un microelemento indispensabile ad aumentare la produzione, a proteggere le colture dal caldo, dall’attacco sia di malattie fungine come l’oidio e sia di parassiti animali come gli afidi ( prediligono i fiori di zucchine e zucche).

Durante le prime settimane di luglio praticare la potatura dei rami basali dei pomodori, effettuare la scacchiatura delle  gemme ascellari e la cimatura apicale dopo il terzo o quarto palco di frutti.

Controllare i tutori  e legare le piante che crescono disordinate.

Il caldo torrido e la siccità sono nemici in agguato, dove la terra è umida le pacciamature sono utili per mantenere più elevato il tasso di umidità. Annaffiare nelle ore più fresche, regolandosi con il clima in atto.

Semine di luglio

Per le semine attenersi al calendario lunare. Seminare in piena terra, in fase di luna crescente, radicchio  e spinaci estivi, fagioli, e fagiolini.

In fase di luna calante seminare rapa e prezzemolo.

Si possono seminare fagioli nani, le carote, i ravanelli, le rape rosse, gli spinaci, i finocchi, l’insalata da taglio e il pan di zucchero.

A partire dalla fine di luglio si seminano le piante aromatiche biennali  che restano verdi durante l’inverno. A questo gruppo appartengono: prezzemolo, portulaca, cumino, coclearia, erba santa Barbara.

Trapianti di luglio

Trapiantare a dimora in pieno campo: cavoli di Bruxelles, cavoli, scarola, cicoria, lattuga estiva.

Raccolte di luglio

Si raccoglie di tutto a ciclo continuo: piselli, fagiolini, cetrioli, insalata, zucchini, carote, spinaci, mais cipolle ed altro ancora. 

Posted in orto, Territorio.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.