orto

L’Orto a Gennaio

Chi semina a gennaio raccoglie tutto l’anno

Qualsiasi ortaggio, arbusto o fiore decidiate di seminare, ricordate che tutto dovrà essere coperto e tenuto al riparo da eventuali gelate notturne, almeno fino a tutto il mese di marzo.

Una volta compreso il pericolo delle gelate sempre in agguato, vediamo nel dettaglio come procedere alla semina di gennaio, ricordando che il trucco di base per avere un orto di tutto rispetto in primavera è evitare, in questo periodo, di seminare gli ortaggi che mettono le fronde dal basso del busto.

Cosa mettere nel semenziaio? Tutte le erbe aromatiche come basilico, erba cipollina, timo e prezzemolo. Tra gli ortaggi potrete scegliere invece carote,pomodori, peperoni e ravanelli, piselli, rucola e zucchine.

Questo è anche il periodo ideale per fermarsi e pensare alla riorganizzazione degli spazi dell’orto: scelte le colture su cui vorrete concentrarvi nei prossimi mesi, disegnate su un foglio come pensate di disporle. Nel farlo fate attenzione alle consociazioni degli ortaggi.

Proseguite quindi a zappare i terreni che resteranno a riposo: fare la vangatura a gennaio vi permetterà di avere in primavera un terreno pronto ad accogliere le nuove colture.

Viste le rigide temperature è impossibile procedere alla semina diretta in terreno, ma potete comunque procedere creandovi un semenziaio. Non potrete lasciarlo all’aperto, ma mettendolo in casa riuscirete a fare germogliare in poco tempo le vostre piantine: fare un semenziaio è davvero semplice.

Pianatate pure bulbi di cipolle, aglio e porri. Se sognate già ottime bruschette con pomodori e un filo d’olio d’oliva da consumare al riparo dal sole estivo, iniziate a seminare questi preziosi “gioielli” rossi, piccoli scrigni di vitamine. Che siano da insalata, ciliegini, cuor di bue, tutti i pomodori hanno bisogno di una temperatura minima di 15° per germinare. 20° servono invece a melanzane e peperoni.

Seminate pure altri ortaggi da frutto, fiore, foglia e radice, lasciando però da parte spinaci e lattughe, che rischiano di andare prematuramente in seme. Secondo aluni calendari lunari, fagiolifagiolini, fave e mais vanno seminati in luna calante, per evitare un eccessivo rigoglio di fogliame.

Seminare in anticipo anche il peperoncino, in modo da dare un aiuto alle tardive che maturano più lentamente. Questo è un buon periodo anche per effettuare il rinvasamento del prezzemolo e del basilico in contenitori più grandi  per consentire alle piante di raggiungere il loro massimo sviluppo. In giardino, potate e sfrondate gli alberi, gli arbusti e le siepi.

Posted in orto, Territorio.

Lascia un commento