eclissi

Il cielo di marzo

Ad inizio mese potremo goderci la congiunzione planetaria più stretta del 2015, quella tra Venere e Urano! La sera del 4 i due pianeti, il più luminoso visibile ad occhio nudo e quello più debole, si troveranno uno accanto all’altro, sarà necessario un buon binocolo o un telescopio per osservarli entrambi. Le notti buie e poco disturbate dalla Luna della parte centrale del mese ci permetteranno di “correre” una particolare maratona, la maratona Messier, ovvero il tentativo di osservare in una sola notte tutti i 110 oggetti (nebulose, galassie, ammassi stellari) contenuti nel catalogo Messier. Una bella sfida di cui parleremo in un articolo dedicato. Ma l’evento più atteso è sicuramente l’eclisse solare parziale del 20 Marzo! In Italia la Luna coprirà da un minimo del 50% (Sud Italia) a fino oltre il 70% (Nord Italia) il disco solare tra le 9:15 e le 11:40 circa. Uno spettaoclo da non perdere, ovviamente proteggendosi con appositi filtri.

 

Mappe del cielo

Nota: Le mappe del cielo sono realizzate con Stellarium e riferite alla metà del mese alle ore 22:00 circa ora italiana, latitudine media (Roma), ad esclusione di congiunzioni ed eventi particolari. Gli orari delle congiunzioni sono scelti valutando le condizioni di migliore osservazione.

5 Marzo – La Luna Piena più piccola dell’anno! Il plenilunio avviene 10 ore dopo l’apogeo della Luna (punto di massima distanza dalla Terra)

11 Marzo – Rosso e Verde. Dopo il tramonto appena sopra l’orizzonte occidentale il pianeta rosso, Marte, si troverà vicino a Urano dall’inconfondibile colore verde. Le osservazioni non saranno facilitate dalla luce del crepuscolo e dalla scarsa altezza sull’orizzonte dei due pianeti.

20 Marzo  –ECLISSI PARZIALE DI SOLE, ben visibile in tutta Italia tra le 09:15 e le 11:40 circa – DA OSSERVARE SOLO SE PROTETTI CON APPOSITI FILTRI

20 Marzo – EQUINOZIO DI PRIMAVERA

Le eclissi Solari

Scritto da Leopoldo Marzano   

Il fenomeno dell’eclissi avviene quando un corpo celeste si frappone tra il nostro punto di vista e un oggetto che stiamo osservando. U

Un po’ come spesso capita a tavola quando, parlando con qualcuno che ci sta di fianco qualche posto più in la, ci viene ripetutamente nascosto dalla testa del nostro vicino che non sta fermo un attimo!

Viene da se comprendere che il detto fenomeno può riguardare qualsiasi corpo celeste presente in cielo. Vi porto qualche esempio:

  • Eclissi Solare: la Luna si frappone fra noi e il Sole.
  • Eclissi Lunare: la Terra si frappone fra il Sole e la Luna (in questo caso particolare è il cono d’ombra terrestre che “spegne” la Luna).
  • Occultazioni Lunari: la Luna si frappone fra noi ed un altro corpo celeste qualsiasi.
Andiamo un po’ nel tecnico: vi stimolo con questa riflessione–>  Perchè non si verifica un’eclissi solare al giorno? Ecco la risposta: la Luna orbita in torno alla Terra con una inclinazione di circa 5° rispetto alla eclittica.  Per verificarsi, una eclissi ha bisogno di due condizioni: la Luna attraversa il punto nodale e in più la condizione di novilunio o plenilunio.
Posted in Astronomia.

Lascia un commento