boschi

Escursioni e passeggiate nelle Marche a Ottobre 2016

Escursioni in forma di passeggiate di ogni tipo e livello, ogni volta abbinate agli interessanti Eventi che si svolgono sul territorio marchigiano. Ogni Itinerario è studiato con cura e attenzione in ogni minimo particolare, dalla  Guida Ambientale Escursionistica Pierluigi Tomassetti, in modo da poter vivere ogni escursione con “occhi diversi”.

Domenica 30 Ottobre 2016

Laghi dell’Agro Nero e XXI Marrone che Passione a Trisungo

Un antico ghiacciaio ha modellato la parte più a nord della Laga creando un anfiteatro con valli e pascoli dove scorrono fossi originati dalle vene dell’omonimo Monte e la contemporanea impermeabilità dall’argilla unita a depositi morenici ha determinato la formazione degli unici laghi del gruppo nelle cui verdi acque vivono 3 tipi di Tritoni e Rane Temporarie. La zona, un tempo abitata da monaci Clareni, prende il nome di Agro Nero e il Lago Secco e il Lago della Selva ospitano dei rari Salici oltre che produrre Torba, soprattutto nella sorgente dove in alcuni periodi dell’anno affiorano pali di abete bianco, faggio e salice vecchi di almeno 13 secoli usati dagli animali come “appoggio” per abbeverarsi.

Sabato 29 Ottobre

Gole dell’Infernaccio e XXXIX Mercato della Castagna a Montemonaco

L’Infernaccio è tra i più suggestivi ed evocativi luoghi del Versante della Magia il cui toponimo ricorda le leggendarie storie che caratterizzano questi monti insieme al Passo delle Streghe, il punto più angusto della forra dove le pareti si stringono quasi a chiudersi. La Gola è una vera “fessura” nella roccia calcarea al cui ingresso si manifesta il perenne gocciolamento delle Pisciarelle per poi aprirsi alla splendida Faggeta che in autunno offre uno stupendo Foliage. La piacevole risalita del sentiero conduce quindi all’Eremo di san Leonardo ricostruito pietra su pietra in 40 anni di “solitario” lavoro dal cappuccino padre Pietro dove sorgeva l’antico luogo di culto benedettino Castrum de Volubrio abitato fino al 1572.

Domenica 23 Ottobre 20

Monte Ascensione e XLV Sagra delle Castagne a Capradosso.

Sabato 22 Ottobre

Valle Scappuccia e XIX Notte degli Sprevengoli a Ostra

La piccola e appartata Valle Scappuccia “chiude” il suo ingresso con una suggestiva e inaspettata forra che è possibile attraversare a piedi visitando l’insolito ambiente roccioso e privo di vegetazione tipico dei canyon incisi dai corsi d’acqua di cui l’Appennino è ricco. In genere si tratta di cascate e salti verticali scavati nel calcare percorribili solo con apposita attrezzatura e raramente hanno un andamento orizzontale come in questo caso dove è possibile inoltrarsi nella valle interessata dal carsismo e contornata di guglie e picchi. Superando poi un modesto dislivello lungo il comodo sentiero che inizialmente segue l’alveo e poi sale verso Capo la Villa si effettua un interessante anello nel tipico ambiente del Parco.

La Notte degli Sprei vengoli è la festa dedicata ai “dispettosi” esseri che di notte si intrufolano nelle case per posarsi sulle persone nel momento più profondo del sonno opprimendoli fino a farli svegliare sudati per l’affanno e in preda all’agitazione; secondo la saggezza popolare l’unico modo per liberarsene è riuscire ad alzarsi per prendere il ramo di ulivo benedetto il giorno delle Palme lasciato a bagno nell’acquasantiera. In questi tre giorni il centro di Ostra si “trasforma” in un paese misterioso e magico dove si incontrano strane e fantastiche creature che danno spettacolo sotto i 33 metri della Torre Civica mentre per gli oscuri e addobbati vicoli le vecchie cantine allietano la festa proponendo le pietanze del passato.

Domenica 9 Ottobre 20

Monte Falcone e XX Sapori d’Autunno a Montefalcone Appennino

Il Monte Falcone è uno sperone roccioso di circa 900 metri di altitudine anticamente parte del litorale del mare che arrivava fin qui, infatti l’intera zona è anche un grande giacimento fossilifero del Terziario la cui parete a nord si è aperta per un movimento franoso creando la caratteristica “Fessa” attraversabile a piedi. Il bosco che lo ricopre ha un’estensione di 30 ettari ed è tutelato dalla Regione come Area Floristica Protetta (numero 91) e costituisce una zona di transizione tra l’ambiente collinare e quello montano in cui sono presenti anche faggi e castagni. Si attraversa con un percorso che visita anche i borghi medievali di Montefalcone Appennino e Smerillo passando per la chiesetta di “Scalelle”.

Montefalcone Appennino è conosciuto come la “san Marino delle Marche” per la posizione letteralmente aggrappata alla strapiombante rupe che ne fa uno dei paesi più caratteristici della Regione dove il panorama spazia su tutta la catena Appenninica con una vista straordinaria verso i Sibillini. Per il borgo si passeggia tra vie e piazzette visitandone le chiese fino alla rocca e nello storico Palazzo Felici si ammira il Museo dei Fossili e dei Minerali che include anche il celebre polittico dell’Alamanno. Ad ottobre Sapori d’Autunno è la festa che celebra i prodotti tipici del territorio: castagne, funghi, tartufi, mele rosa e altri ancora offerti negli stand nell’atmosfera di tutto il paesino “addobbato” in tema al periodo.

 

Sabato 8  Ottobre 2016

Monte Acuto e XXXIII Rassegna del Cavallo del Catria a Chiaserna

Il Gruppo del Catria racchiude le vette più alte della provincia di Pesaro e Urbino e la sua importanza è sia storica con le svariate Abbazie ed Eremi insieme alla “citazione” nel XXI Canto del Paradiso, sia naturalistica per la presenza di nove Aree Floristiche Protette. Dopo il Monte Catria e la sua imponente croce la cima più elevata è il suo “gemello” Monte Acuto che raggiunge i 1668 metri di altitudine sovrastando l’abitato di Chiaserna e la Valle del Bevano da cui parte l’escursione ad anello. In parte si svolge sul Sentiero Italia nel tratto fino a Bocca della Valle passando per diversi rifugi e rimboschimenti o boschi spontanei insieme a vecchie radure di Piazze Carbonaie e quindi rientra per il Torrente Renaccio.

Chiaserna celebra uno dei suoi importanti “prodotti tipici” con la storica Rassegna dei Cavalli dedicata alla razza Monte Catria che ogni ottobre si tiene nel Centro Ippico della piccola frazione di Cantiano. Il Cavallo del Catria ha una storia millenaria e nel corso dei secoli è stato incrociato con quello maremmano dove i carbonari si recavano a vendere la loro merce ottenendo esemplari forti che in passato rifornivano l’Esercito. Viene allevato allo stato brado in quota ed è oggetto di una selezione per il miglioramento della razza attualmente usata per il lavoro, l’ippoterapia e il turismo equestre. La Fiera “moderna” si svolge lo stesso giorno in cui termina l’alpeggio che tradizionalmente ha inizio l’ultima domenica di maggio.

 

Domenica 2 Ottobre 2016

Selva di Castelfidardo e IV Giornate Nazionali dei Musei Ecclesiastici

La Selva di Castelfidardo è un esempio delle “grandi foreste” che un tempo coprivano il territorio arrivando fino al mare e fornivano il legname per la realizzazione di case e attrezzi da lavoro comprese imbarcazioni prima che l’antropizzazione ne riducesse l’estensione agli attuali 37 ettari inclusi nelle Aree Floristiche Protette della Regione Marche. I sentieri che la attraversano permettono di ripercorrere i luoghi della battaglia del 18 settembre 1860 in cui i sardi e piemontesi vinsero sullo stato pontificio determinando la fine del Risorgimento per dare vita al Regno d’Italia, avvenimento testimoniato dal Sacrario realizzato all’ingresso del bosco e da Villa Ferretti in cui morì il generale Georges de Pimodan.

Circa i tre quarti dell’enorme patrimonio artistico italiano appartengono alla chiesa che relativamente di recente li espone neiMusei Ecclesiastici, infatti il primo fu inaugurato nel 1901 a Bressanone diffondendosi poi velocemente in tutta Italia. In particolare quelli Diocesani ricostruiscono, soprattutto mediante raccolte di opere d’arte sacra, la storia delle “circoscrizioni” della chiesa, ossia le diocesi da cui prendono il nome. Attualmente sono circa 1.000 nelle tipologie di arte sacra, missionari, archeologici, etnografici e naturalistici gestiti dai vescovi tramite i loro tecnici e l’AMEI ne organizza ogni anno le Giornate Nazionali in cui si possono visitare gratuitamente insieme a concerti, visite guidate e percorsi didattici

Sabato 1  Ottobre 2016

“Murales” di Braccano e IV Giornate Nazionali dei Musei Ecclesiastici

Pitturare un muraglione per abbellire l’ingresso alla piccola frazione è stata l’idea e lo stimolo per rendere famoso Braccano come il Paese dei Murales. Infatti nel tempo sono giunti sul posto gli studenti delle Accademie di Macerata, Urbino e Brera a “colorare” i muri delle abitazioni seguiti poi da artisti da svariate parti del mondo che regolarmente tornano a curarli e abbellirli creando un vero Paese Dipinto. Oltre 50 opere ornano facciate di case, rimesse, magazzini facendo dell’abitato una vera “Galleria all’aperto” che esibisce la fantasia e la creatività degli autori tramite i più svariati soggetti in un susseguirsi di colori e realistiche rappresentazioni circondate dalla natura e dall’acqua del Monte san Vicino.

I Musei Ecclesiastici conservano ed espongono al pubblico gran parte del patrimonio artistico e storico italiano iniziando dal primo realizzata a Bressanone nel 1901 seguita poi da molti altri arrivando ad un migliaio di strutture che si caratterizzano per tematiche a partire dall’arte sacra come pure l’archeologia, missionari, naturalistici o etnografici. Le collezioni “raccontano” la storia delle varie diocesi (le organizzazioni territoriali della chiesa) in percorsi spesso allestiti all’interno dei palazzi vescovili che ogni anno vengono aperti gratuitamente in occasione delle Giornate Nazionali organizzate dall’AMEI che ne cura la visita in abbinamento ad eventi collaterali per farne conoscere l’importanza.

 

INFO: 

Pierluigi Tomassetti | Guida Turistica e Naturalistica 

Il C.E.A. Selva di Castelfidardo 

AMEI – ASSOCIAZIONE MUSEI ECCLESIASTICI ITALIANI

https://www.facebook.com/AMEI-ASSOCIAZIONE-MUSEI-ECCLESIASTICI-ITALIANI

http://www.amei.biz/

calendario escursioni e passeggiate di ottobre

 

Posted in Passeggiate e Visite Guidate, Territorio and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , .

Lascia un commento