Il cielo di aprile: eventi celesti

Il pianeta rosso, l’8 aprile 2014,  si troverà in opposizione con la Terra cioè nella direzione opposta (a 180°) dal nostro pianeta, rispetto al nostro punto di osservazione. Quella di quest’anno sarà un’opposizione da record. Marte apparirà più grande, come non accadeva da 7 anni, dal 2007 precisamente.

Marte si troverà a circa 93 milioni di km di distanza dalla Terra. Un evento non rarissimo ma comunque degno di essere osservato. Le opposizioni di Marte si verificano circa ogni 26 mesi, ma non tutte sono favorevoli e la distanza tra i pianeti può variare fino a rendere meno spettacolare il fenomeno.

Ma ci sono delle volte in cui l’opposizione Marte-Terra diventa un vero spettacolo. Spiega Astroperinaldo che ogni 15 o 17 anni, l’opposizione si verifica entro poche settimane dal passaggio al perielio di Mart, ossia il punto della sua orbita in cui si trova più vicino al sole. In questi casi il pianeta rosso si troverà davvero molto vicino rispetto alla Terra, com’è accaduto nel 2003, quando Marte era a soli 55,73 milioni di km dal nostro pianeta. Così accadrà anche nel 2018, quando sarà distante da noi “appena” 57,59 milioni di km.

EVENTI CELESTI DI APRILE 2014

1 Aprile, Giove si allontana. Il grande pianeta raggiunge la quadratura EST, finisce quindi il periodo più favorevole per l’osservazione del pianeta.

3 Aprile, una “barchetta lunare” vicino ad Aldebaran. Appena dopo il tramonto del Sole cercate una sottile falce di Luna ad Ovest, apparirà quasi sdraiata sulla sua gobba, come una barchetta o un bel sorriso celeste. Non sarà lontana dalla stella Aldebaran del Toro e dall’ammasso stellare delle Iadi.

3 Aprile, la Terrà oggi si troverà esattamente ad una unità astronomica dal Sole, ovvero 149 597 870 700 m

6 Aprile  – incontro tra Luna e Giove. La Luna brillerà vicina a Giove per tutta la prima parte della notte.

 8 Aprile –  il Pianeta Rosso al suo massimo splendore – Marte raggiunge l’opposizione. Le opposizioni di Marte si susseguono ogni 2 anni circa, ma rispetto alla scorsa (del 3 marzo 2012) sarà decisamente più favorevole.

 10 Aprile –  la Luna brillerà luminosa sotto alla stella Regolo del Leone.

13 Aprile  – l’asteroide 4 Vesta in opposizione, brillerà di magnitudine +5,8 teoricamente visibile ad occhio nudo sotto un cielo perfettamente buio.

15 Aprile – eclissi totale di Luna. Purtroppo non sarà visibile dall’Italia.

15 Aprile  – il pianeta nano Cerere in opposizione, brillerà di magnitudine + 7

22 Aprile –  massima attività delle meteore Liridi (visibili dal 16 al 26 aprile), sono attese una decina di meteore ogni ora, ma non è mai da escludere un possibile aumento improvviso dell’attività. La Luna sorgerà nella seconda parte della notte.

25 Aprile – nel cielo mattutino rivolgendo lo sguardo ad EST vedremo una sottile falce lunare che sovrasta il pianeta Venere.

29 Aprile  –  eclissi anulare di Sole visibile solo in una piccola porzione di Antartide.

30Aprile  –  appena dopo il tramonto sopra l’orizzonte Ovest potrete provare a cercare una giovane Luna, illuminata per appena il 2,5%

 

cartina cielo di aprile
Marte nel mese di Aprile sarà visibile per tutta la notte, il giorno 9 sarà in opposizione si mostrerà quindi nelle sue migliori condizioni per questo 2014, e sorgerà al tramonto del Sole e tramonterà al suo sorgere.

Mercurio – sarà in congiunzione superiore con il Sole il giorno 26, resterà quindi per tutto il mese praticamente innoservabile immerso nella luce del nostro astro.

Venere – brilla inconfondibile nel cielo mattutino prima dell’alba, in direzione EST. Al telescopio la sua fase appare ormai avanzata e il suo disco più piccolo rispetto ai mesi scorsi.

Marte – ad Aprile, il giorno 8, il pianeta rosso raggiunge l’opposizione e si mostra nelle sue migliori condizioni osservative. Anche se non sarà una delle migliori opposizioni, il suo diametro apparente raggiungerà una dimensione che è circa la metà rispetto a quelle più favorevoli, Marte sarà il pianeta protagonista di questo mese. Un piccolo telescopio dovrebbe già mostrare la calotta polare nord e le macchie scure sulla superficie. Brillerà inconfondibile di magnitudine -1,5 tra i confini della Vergine, in una zona di cielo povera di stelle luminose.

Giove – anche se la sua dimensione comincia a farsi più piccola (da Febbraio a fine Aprile passerà da 42 secondi d’arco a 35) resta ancora splendidamente visibile per la prima parte della notte. Brilla ed Ovest tra le stelle dei Gemelli, facile da riconoscere anche se non siete esperti osservatori. Non potrete confonderlo nel cielo in quanto si tratta dell’astro più brillante di quella regione di cielo.

Saturno – è visibile nella seconda parte della notte, sorge ormai prima delle 23 e brilla tra le stelle della Bilancia. Il suo disco ci appare ancora piccolo, l’opposizione avverrà il 10 di Maggio sera in cui sarà possibile osservarlo durante i tanti eventi “Occhi Su Saturno” diffusi in tutta Italia. I suoi anelli, inclinati di 23°, sono comunque splendidi nell’osservazione al telescopio.

Urano e Nettuno – Urano il giorno 2 Aprile sarà in congiunzione col il Sole, è ormai immerso nella luce solare e non potrà per essere osservato. Nettuno sorge poco prima dell’alba tra i confini del Sagittario.

Posted in Astronomia, news and tagged , .

Lascia un commento