astrofili

Il cielo di Aprile 2017, la congiunzione di Pasqua tra Luna e Saturno.

Osservare il cielo ad occhio nudo, è il metodo più comodo, facile ed … economico, per avvicinarsi all’astronomia.
Il cielo può essere osservato ovunque ed in ogni stagione.

Anche un osservatore senza strumentazione (binocolo o telescopio), può vedere molte meraviglie del cielo.
L’importante è sapere come guardare, cosa cercare e dove esplorare.

Per la visione della Luna, delle costellazioni o delle stelle più luminose, è sufficiente l’occhio nudo o al massimo un binocolo.
Se invece vogliamo osservare gli oggetti più deboli, sarà indispensabile utilizzare un telescopio.

Per facilitare il riconoscimento degli oggetti celesti, possiamo orientarci nel cielo notturno, utilizzando alcune costellazioni fondamentali, chiamate “costellazioni guida“.
Esse forniscono il punto di partenza per scoprire tutte le meraviglie che ci riserva la volta celeste.

Abbiamo così:

  1. ORIONE, che domina il cielo invernale
  2. LEONE, in primavera
  3. ORSA MAGGIORE, che domina l’estate
  4. PEGASO, durante l’autunno.

Per guardare il cielo, è necessario ricordare qualche suggerimento di carattere generale,

visita questo sito:  http://www.astrofiliastrumcaeli.it/COME-OSSERVARE/occhio.php

Per gli amanti dell’astronomia ecco una breve guida del cielo previsto per questo mese:

Il cielo del mese di Aprile vede il passaggio dalle costellazioni invernali a quelle primaverili ed estive. Infatti, mentre a Sudovest tramontano il gigante Orione e la stella Sirio nel Cane maggiore, ad Est sorge Vega, della costellazione della Lira e poi il Leone e tutte le costellazioni primaverili ed estive.

CONGIUNZIONI – Saranno poche questo mese. La più bella, già avvenuta, è stata quella tra la Luna e Giove, il 10 aprile. A seguire, la congiunzione di Pasqua tra Luna e Saturno, nelle prime ore di luce del 16 aprile.

VENERE – Torna ad essere visibile il pianeta più luminoso del firmamento. Lo si potrà vedere alle prime luci dell’alba, e addirittura in congiunzione con la Luna il 23 Aprile.

COMETE – Stiamo seguendo la famosa Tuttle-Giacobini-Kresak, chiamata anche “cometa di san Patrizio”, che ha una magnitudine di circa 7, ma tra il 20 e il 23 aprile potrebbe illuminarsi improvvisamente, rendendosi addirittura visibile ad occhio nudo.

Principali avvenimenti osservabili nel nostro firmamento:

Fonti e approfondimenti:

Posted in Astronomia and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , .

Lascia un commento