L’Orto di Ottobre, semina, raccolto e lavori

 Il mese di Ottobre inizia con la luna nuova… Buon lunario a tutti coloro che slunario di ottobreeguono le fasi lunari nel proprio orto.

La luna Calante o luna Vecchia buona per seminare è dal 16 al 30 di ottobre.

Riassumendo il mese di ottobre secondo il calendario lunare:

  • 1 ottobre: Luna nuova.
  • 2-15 ottobre: Luna crescente.
  • 16 ottobre: Luna piena.
  • 17-29 ottobre: Luna calante.
  • 30 ottobre: Luna nuova.
  • 31 ottobre: Luna crescente.

Nell’orto :semine in piena terra: Cime di rapa, Remolacci, Rucola, Biete, Cicorie, Piselli, Fave, Valeriana, Carote, Spinaci, Lattughe, Ravanelli, Prezzemolo. Piantagioni e trapianti: Cipolle precoci, Asparago, Carciofi, Aglio, Bulbilli di cipolla.

Oltre le sernine, che per quanto è possibile si effettuano in luoghi ben esposti e protetti dai geli forti, si effettuano, possibilmente in luoghi riparati, anche i trapianti; infatti in questa periodo si trapiantano le ultime indivie, Lattughe e Bietole, nonchè Cipollini, Finocchi, Cavoli, ecc.

Si seminano le prime Fave da orto per raccolta precoce e si inpianta la fragolaia e la carciofaia. Si concimano i Cavoli e le Lattughe, i Finocchi e le Carote. Nel giardino –

Semine in letti caldi o sotto vetro: Campanula, Bocca di leone, Gazania, Alisso. Semine in piena terra: Pisello odoroso, Gipsofila, Speronella, Calendula, Papavero, Elecrisium, Godezia, Fiordaliso

Prato: Trifoglio, Agmstide, Loietto. Varietà di miscugli originali per tappeti stabili Inglesi e campi sportivi.

Ricorda che: Per le verdure da taglio è consigliabile la semina in luna crescente (luna nuova) per il maggior sviluppo vegetativo della stesse, fatta eccezione delle leguminose (fagioli, cornetti, piselli) che possono essere seminate in entrambe le lune.

Le altre varietà vanno seminato in luna Calante (luna vecchia).

Anche nel mese di ottobre l’orto richiede le proprie cure ed attenzioni. Per quanto riguarda alcune varietà, come il basilico, i pomodori, l’uva e i peperoni, questo mese si raccolgono gli ultimissimi doni della natura. E’ tempo di andare per castagne e per funghi, di terminare la vendemmia e di iniziare la raccolta delle olive, nel caso se ne abbia la fortuna.

Chi ha un orto casalingo, dovrà preparare il terreno nelle aiuole e nei vasi per accogliere le semine autunnali, raccogliere le erbe aromatiche da essiccare, pensare alla semina in semenzaio o in piena terra e trapiantare le piantine che necessitano di maggiore spazio. Il tutto senza dimenticare di controllare il calendario lunare, come l’antica tradizione contadina ci insegna.

Ad ottobre è ancora tempo di raccolto. Si può raccogliere il basilico prima che le piantine si preparino ad andare incontro all’autunno inoltrato, verso la conclusione del proprio ciclo vegetativo. Si possono raccogliere, a seconda di quanto seminato nei mesi precedenti: rucola, lattuga, lattughino, spinaci, prezzemolo e rosmarino. I più fortunati potranno raccogliere gli ultimissimi pomodori e peperoni.

Frutta, si raccolgono mele,pere, melograni. Nelle regioni più miti si potranno già raccogliere kiwi e limoni. Ottobre è anche il mese di conclusione della vendemmia, di inizio della raccolta delle olive e della raccolta delle castagne, delle nocciole delle mandorle e dei funghi (ricordando di sottoporli al controllo di una Asl per maggiore sicurezza).

Grazie ad  Il Calendario dell’Orto per le sue bellissime infografiche

http://www.ilcalendariodellorto.com/lunario

lunario ottobre 2016

 

Posted in orto, Territorio and tagged , , , , , , , , , , , .

Lascia un commento